Quali farmaci per il disturbo di panico sono disponibili?

Punti chiave:

  • Il disturbo di panico è una condizione di salute mentale che provoca ripetuti attacchi di panico che influiscono sulla qualità della vita complessiva di una persona.

  • Il disturbo di panico può essere gestito con farmaci e altre terapie.

  • I farmaci approvati dalla FDA per il trattamento del disturbo di panico includono inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI), capsule di venlafaxina a rilascio prolungato e benzodiazepine.

Assortimento di pillole Annuncio pubblicitario Annuncio pubblicitario

Tutti abbiamo vissuto momenti di panico. Alcuni momenti sono grandi, come perdersi in una grande città o trovarsi faccia a faccia con un orso su un sentiero. Alcuni momenti sono piccoli, come perdere le chiavi della macchina mentre si cerca di correre fuori dalla porta per andare al lavoro. Il panico è una risposta naturale alla paura e allo stress nella nostra vita e capita a tutti noi prima o poi.

Ma cosa succede quando ci facciamo prendere dal panico senza la tradizionale presenza di paura o stress? Spesso sentiamo questi cosiddetti attacchi di panico e possono apparentemente venire dal nulla. Se questi attacchi si verificano spesso, possono essere un sintomo di disturbo di panico.

Il disturbo di panico è un tipo di disturbo d'ansia che attualmente colpisce in giro 6 milioni di adulti statunitensi — vicino al 3% della popolazione del paese. Le donne sono il doppio delle probabilità come uomini a sviluppare il disturbo di panico. E si stima che quasi il 5% degli adulti statunitensi sperimenterà un disturbo di panico ad un certo punto durante la loro vita.

Diamo uno sguardo più approfondito a cos'è il disturbo di panico, quali sono i sintomi tipici delle persone e quali trattamenti sono disponibili.

disfunzione erettile per età

Cos'è il disturbo di panico?

Malattia da panico è un tipo di disturbo d'ansia in cui le persone hanno ripetuti attacchi di panico più uno dei seguenti:

  • Preoccupazione persistente di avere più attacchi di panico e gli effetti che tali attacchi potrebbero avere

  • Cambiamenti negativi nel comportamento a causa dell'attacco, come evitare un luogo in cui hai subito un attacco di panico

puoi avere un attacco di panico senza avere o sviluppare disturbo di panico. Un attacco di panico è un singolo evento. Il disturbo di panico è quando questi attacchi di panico inaspettati si verificano più volte e le preoccupazioni di averne un altro hanno un grande impatto sulle tue attività quotidiane.

Quali sono i sintomi di un attacco di panico?

Abbiamo già discusso la differenza tra un singolo attacco di panico e un disturbo di panico. Ma che aspetto ha un attacco di panico?

Secondo il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali ( DSM-5 ) — il manuale ufficiale di tutte le condizioni di salute mentale e dei loro sintomi — un attacco di panico comprende almeno quattro dei seguenti sintomi:

  • Un cuore che corre o batte forte

  • Sudorazione

  • Tremante o tremante

  • Sentirsi senza fiato

  • Dolore o fastidio al petto

  • Nausea o dolore alla zona dello stomaco

  • Sensazione di vertigini, instabilità, stordimento o svenimento

    cosa contiene il vaccino antinfluenzale
  • Sensazione di freddo o caldo

  • Intorpidimento o formicolio

  • Paura di perdere il controllo o morire

  • Sentimenti di essere distaccato da te stesso

Gli attacchi di panico sono diversi per tutti. Le persone possono manifestare alcuni o tutti questi sintomi. È anche possibile sperimentare altri non in questo elenco. Se ritieni di aver avuto un attacco di panico, parla con il tuo medico e descrivi tutto quello che è successo.

Si può curare il disturbo di panico?

L'esperienza di tutti con il disturbo di panico è unica. Tuttavia, non esiste una cura nota per questa condizione. Per fortuna, il disturbo di panico è curabile e puoi controllare i sintomi con farmaci, terapie comportamentali o una combinazione di entrambi.

Uno studia ha scoperto che quasi il 65% delle persone con disturbo di panico ha avuto una remissione dei sintomi (nessun attacco di panico) entro 6 mesi. Ma, di coloro che hanno ottenuto la remissione, oltre il 20% sperimentato un ritorno dei loro sintomi. Se i tuoi sintomi ricominciano dopo essere stati sotto controllo per un po', parlane con il tuo medico, ma sappi che questo è comune.

Quali farmaci possono essere usati per trattare il disturbo di panico?

I farmaci approvati dalla FDA per il trattamento del disturbo di panico si dividono in tre classi: inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI), inibitori della ricaptazione della serotonina e della noradrenalina ( SNRI ), ebenzodiazepine.

SSRI

Gli SSRI sono considerati a prima scelta gruppo di farmaci per il trattamento del disturbo di panico. Questi farmaci funzionano da aumentare i livelli di serotonina nel tuo cervello. serotonina è uno dei neurotrasmettitori (messaggeri chimici) che aiutano a controllare il tuo umore.

farmaci per la terapia ormonale sostitutiva

Mentre gli esperti sono ancora insicuro esattamente come la serotonina è collegata ai disturbi d'ansia, gli SSRI sono efficace nel ridurre i sintomi del disturbo di panico. Gli SSRI possono anche essere usati per trattare altre condizioni di salute mentale, come la depressione e altri tipi di ansia.

Tre SSRI sono attualmente approvati dalla FDA per il trattamento del disturbo di panico:

  • Fluoxetina(Prozac)

  • paroxetina(Paxil, Pexeva)

  • Sertralina(Zoloft)

Gli operatori sanitari a volte prescrivono altri SSRI per il disturbo di panico anche se non sono approvati dalla FDA per la condizione. Questo è considerato un uso off-la b el, ma le linee guida suggeriscono altri farmaci in questa classe sono ugualmente efficaci per questa condizione.

SNRI

Gli SNRI funzionano in modo simile agli SSRI. La differenza principale è quali neurotrasmettitori influenzano gli SNRI. Oltre alla serotonina, SNRI aumentare anche i livelli cerebrali di noradrenalina — un altro messaggero chimico connesso con l'ansia.

L'unico SNRI approvato dalla FDA per il disturbo di panico èvenlafaxina a rilascio prolungato (ER)(Effetto XR). La venlafaxina si presenta come una compressa a rilascio immediato, una compressa ER e una capsula ER. Solo la capsula ER - e non la compressa ER - è approvata dalla FDA per il disturbo di panico. Altri SNRI non lo sono stati ben studiato per il trattamento del disturbo di panico.

Benzodiazepine

Le benzodiazepine sono usate per trattare diverse condizioni, tra cui disturbo d'ansia generalizzato, disturbo di panico e condizioni convulsive. Questi farmaci agiscono calmando il sistema nervoso centrale (SNC), il cervello e il midollo spinale. Le due benzodiazepine approvate dalla FDA per il trattamento del disturbo di panico sono alprazolam (Xanax) eclonazepam(Klonopin).

Le benzodiazepine sono comunemente usate per trattare un attacco di panico attivo perché iniziano a lavorare rapidamente nel corpo. Tuttavia, comportano un rischio di dipendenza fisica e sono generalmente meno preferito rispetto agli SSRI per il disturbo di panico in molti casi.

Per questo motivo, le benzodiazepine vengono utilizzate al meglio solo per un breve periodo di tempo - idealmente non più di 2-4 settimane - mentre altri farmaci entrano in azione o solo se necessario per attacchi di panico attivi.

Oltre a SSRI, SNRI e benzodiazepine, linee guida per il trattamento suggeriscono che gli antidepressivi triciclici (TCA) possono anche essere usati per trattare il disturbo di panico. questi possono includere farmaci come imipramina, clomipramina (Anafranil) enortriptilina(Pamelo). Tuttavia, i TCA non sono approvati dalla FDA per il trattamento del disturbo di panico e tendono a causare di più effetti collaterali.

Annuncio pubblicitario Annuncio pubblicitario

Quali sono i principali effetti collaterali dei farmaci per il disturbo di panico?

Anche se questi farmaci funzionano in modi diversi, possono avere alcuni effetti collaterali simili. Per esempio, SSRI , venlafaxina ER , e benzodiazepine possono causare diarrea, nausea e sonnolenza. Tuttavia, ci sono differenze notevoli tra loro.

SSRI e venlafaxina ER

SSRI e venlafaxina ER può richiedere più tempo per iniziare a lavorare rispetto alle benzodiazepine. Questi farmaci devono essere assunti ogni giorno e possono prendere da 4 a 6 settimane o più per entrare. SSRI e venlafaxina ER sono anche noti per causare fastidiosi effetti collaterali, come sudorazione e disfunzioni sessuali, che non sono tipici di benzodiazepine .

Anche gli SSRI e la venlafaxina ER comportano il rischio di una complicanza rara ma grave chiamata sindrome serotoninergica . Questo effetto collaterale potenzialmente pericoloso per la vita è causato dalla presenza di troppa serotonina nel corpo. La sindrome serotoninergica può diventare una situazione di emergenza e richiede cure mediche.

Cerca aiuto immediato se riscontri il a seguire dopo aver iniziato un SSRI o venlafaxina ER:

  • Febbre

  • Muscoli rigidi o rigidi

    a cosa serve lo zyloprim?
  • vomito

  • Tremori (agitazione incontrollabile)

  • Agitazione, confusione o irrequietezza inspiegabili

  • Sudorazione eccessiva

Benzodiazepine

Come accennato in precedenza, le benzodiazepine comportano un rischio di dipendenza. Ciò significa che se li hai presi regolarmente, potresti provare sintomi di astinenza se provi ad abbassare la dose o smetti di prenderli. Questo può includere sintomi come nausea, tremori e ansia.

cosa tratta la doxiciclina iclato?

I sintomi di astinenza sono unici per tutti. Ma per alcune persone, possono mi sento simile ai sintomi dell'attacco di panico.

Se noti più sintomi di attacco di panico dopo aver iniziato a ridurre la dose di benzodiazepine, informa il tuo fornitore. Potrebbero aver bisogno di riaggiustare la dose.

Non tentare mai di interrompere o modificare la dose della benzodiazepina senza l'ok del medico. Il tuo fornitore può aiutarti a suggerire un appropriato programma di assottigliamento che riduce il rischio di sintomi di astinenza.

Sono necessari più farmaci per controllare sia il disturbo di panico che gli attacchi di panico?

Questa è una domanda difficile a cui rispondere, poiché la risposta è diversa per tutti. Sebbene i farmaci discussi sopra siano tutti efficaci per il trattamento del disturbo di panico, a volte un singolo farmaco potrebbe non essere sufficiente da solo.

Ad esempio, il tuo medico potrebbe prescriverti un SSRI o una venlafaxina ER da assumere ogni giorno per ridurre il numero di attacchi di panico e una benzodiazepina da assumere solo durante un attacco di panico attivo. Il tuo medico lavorerà con te per sviluppare un piano di trattamento che funzioni meglio per trattare i tuoi sintomi specifici.

Esistono alternative naturali ai farmaci per il disturbo di panico?

I farmaci non sono l'unica opzione per il trattamento del disturbo di panico. Ci sono diversi passaggi che puoi adottare per calmarti e ridurre i sintomi di un attacco di panico mentre sta accadendo.

Queste tecniche includono:

  • Rimuovere te stesso dalla situazione o dall'ambiente stressante

  • Ascolta musica rilassante

  • Fare respiri lenti e profondi

  • Contando lentamente fino a 10

  • Parlare con qualcuno di cui ti fidi di ciò che sta accadendo

Terapia cognitivo comportamentale (CBT) è un'altra opzione non farmacologica. La CBT è un tipo di terapia della parola in cui le persone con disturbo di panico lavorano con un professionista della salute mentale per identificare i fattori scatenanti, comprendere i sintomi e sviluppare risposte agli attacchi di panico.

CBT è un opzione di prima scelta per il trattamento di questa condizione, e studi show La CBT può essere utilizzata da sola per il disturbo di panico o come trattamento aggiuntivo ai farmaci. Discuti questa opzione con il tuo medico se sei interessato.

Annuncio pubblicitario Annuncio pubblicitario

La linea di fondo

La vita può essere stressante. Avere un singolo attacco di panico correlato allo stress può essere un evento occasionale. Ma se hai più attacchi di panico o influenzano la tua vita quotidiana, potrebbe essere il momento di parlare con il tuo medico. Ci sono diverse opzioni di trattamento disponibili per aiutarti se il tuo medico ti dice che hai un disturbo di panico.

Ognuno sperimenta gli attacchi di panico in modo diverso. È importante spiegare i sintomi al tuo medico in modo che sappiano cosa provi. Possono lavorare con te per sviluppare un piano che includa terapia cognitivo comportamentale, farmaci o entrambi.

Raccomandato