Effetti collaterali della metformina: cosa devi sapere

Punti chiave:

  • Gli effetti collaterali della metformina possono includere diarrea, nausea, vomito e gas.
  • L'assunzione di metformina a intervalli regolari può aiutare a ridurre gli effetti collaterali.
  • La maggior parte degli effetti collaterali della metformina sono a breve termine, ovvero 2 settimane o meno. Rivolgiti a un operatore sanitario se hai effetti collaterali a lungo termine della metformina.

Molte persone con diabete di tipo 2, così come molte persone con prediabete, assumono metformina per controllare la glicemia. Se assunto come prescritto, i benefici della metformina in genere superano il rischio dei suoi effetti collaterali.

Tuttavia, alcuni effetti collaterali della metformina possono essere una seccatura, specialmente quando si inizia il farmaco. Diarrea, nausea e sensazione di gas sono Comune sperimentare durante l'assunzione di metformina. Ma ci sono dei suggerimenti per evitare o alleviare questi effetti collaterali mentre il tuo corpo si adatta al farmaco?

Ecco come ottenere il massimo dalla metformina ed evitare gli effetti collaterali comuni.

Effetti collaterali della metformina

La metformina può essere un po' ruvida sul tratto digestivo, soprattutto quando la si avvia per la prima volta. In uno studio, più di metà le persone che assumevano metformina hanno sperimentato un effetto collaterale gastrointestinale (GI) - un problema con lo stomaco o il tratto digestivo.

La metformina più comune effetti collaterali includere:

  • Diarrea
  • Nausea
  • vomito
  • Gas

I ricercatori stanno ancora studiando il motivo per cui questi effetti collaterali della metformina sono così comuni. Un potenziale spiegazione è che la metformina può cambiarti? buon microbioma — una miscela unica di batteri, virus e funghi che ci aiutano Digerire cibo e rimani in salute. Se questo delicato equilibrio si sposta, potrebbe portare a problemi di pancia come diarrea e gas.

Acidosi lattica: un effetto collaterale raro ma grave della metformina

Acidosi lattica è una complicanza molto rara che può verificarsi durante l'assunzione di metformina. L'acido lattico è una sostanza che il nostro corpo usa per creare glucosio (zucchero). La metformina, in parte, aiuta prevenire la creazione di glucosio, quindi questo può portare ad un accumulo di acido lattico nel sangue.

Acidosi lattica è quando i livelli di acido lattico diventano troppo alti e può essere fatale se non trattato. Si tratta di un'emergenza medica che necessita di cure ospedaliere immediate. Segni di acidosi lattica includere:

  • Problemi di respirazione
  • Stanchezza
  • Dolori muscolari
  • Mal di stomaco

Acidosi lattica accade raramente a meno che una persona non abbia assunto troppa metformina. Altro condizioni o situazioni che ti mettono a rischio di sviluppare acidosi lattica con metformina sono:

  • Malattia renale cronica avanzata (stadio 4 o 5)
  • Malattia del fegato
  • Bere quantità eccessive di alcol
  • Insufficienza cardiaca instabile
  • Età maggiore di 65 anni
  • Essere disidratati

Anche il tuo rischio è più alto se stai molto male e sei in ospedale con:

  • Polmonite
  • Sepsi
  • Un'altra grave infezione

È importante tenersi aggiornati con tutte le analisi del sangue che il tuo medico ordina. Questo li aiuterà a monitorare cose come la salute dei reni e del fegato, mantenendo il più basso possibile il rischio di acidosi lattica.

Chi non dovrebbe assumere metformina?

Proprio come con qualsiasi farmaco, la metformina non è sempre giusta per ogni persona. A causa della loro maggiore vulnerabilità agli effetti collaterali della metformina, il seguendo le persone di solito non viene somministrata metformina:

  • Quelli con malattia renale allo stadio 4 o 5
  • Persone con diabete di tipo 1
  • Anziani con prediabete
  • Persone che attualmente soffrono di chetoacidosi diabetica
  • Persone con determinati problemi al fegato

Il tuo medico sarà quello che alla fine deciderà se la metformina è giusta per te. Assicurati di sollevare eventuali dubbi sull'assunzione di questo farmaco con il tuo fornitore.

Effetti collaterali della metformina nelle persone assegnate di sesso maschile alla nascita

Non è noto che gli effetti collaterali comuni della metformina colpiscano le persone in modo diverso in base al sesso o al genere. Tuttavia, potrebbe sorgere il dubbio se la metformina possa essere collegata a effetti collaterali sessuali, come la disfunzione erettile (DE). UN piccolo studio ha mostrato che le persone assegnate di sesso maschile alla nascita che assumevano metformina avevano livelli più bassi di testosterone — un ormone legato alla salute sessuale maschile.

Tuttavia, questo studio dovrebbe essere considerato insieme ad altri fattori di rischio per la disfunzione erettile. È noto che il diabete di tipo 2causa ED, soprattutto se la glicemia non è sotto controllo. Se hai obesità o sovrappeso, sei anche arischio più elevatodi sviluppare ED. Se i tuoi sintomi di disfunzione erettile sono iniziati dopo aver iniziato la metformina, è meglio discuterne con il tuo medico.

Effetti collaterali della metformina nelle persone assegnate di sesso femminile alla nascita

Come appena discusso, gli effetti collaterali comuni della metformina dovrebbero essere gli stessi indipendentemente dal sesso. Tuttavia, esiste una condizione in cui le persone che hanno le mestruazioni possono notare un effetto collaterale diverso rispetto alle persone che non lo fanno. Diamo un'occhiata più da vicino di seguito.

miglior decongestionante per covid

La metformina è talvolta usata come trattamento off-label per la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS). A seconda dei sintomi che stai riscontrando e di altre condizioni mediche che hai, metformina potrebbe essere usato come farmaco di prima o seconda scelta. Uno sintomo questo farmaco può essere efficace per regolare il sanguinamento mensile.

Piccoli studi hanno dimostrato che la metformina aiuta tra 50% e 70% di persone con sanguinamento irregolare. Detto questo, è possibile che l'assunzione di metformina possa modificare la frequenza del sanguinamento mensile se hai la PCOS e non hai attraversato la menopausa. Sebbene questo sia l'effetto previsto dell'uso della metformina per trattare la PCOS, potrebbe essere una sorpresa se non te lo aspetti.

Come posso evitare o alleviare gli effetti collaterali della metformina?

Considerando gli effetti collaterali più comuni della metformina sulla digestione, potresti essere in grado di alleviare gli effetti collaterali nei seguenti modi:

  • Considera l'assunzione di metformina con un pasto.
  • Prova una versione estesa (È) versione.
  • Evita improvvisi cambiamenti nella dieta.

La diarrea è la più grande preoccupazione per la maggior parte, colpendo circa la metà le persone che lo prendono. Questi problemi di pancia sono il motivo più comune per cui le persone smettono di prendere il farmaco. Tuttavia, a causa dei suoi benefici, è importante assumere la metformina il più fedelmente possibile.

Per la maggior parte delle persone, questi effetti collaterali della metformina si risolvono entro poche settimane e si verificano solo quando inizi il farmaco per la prima volta o quando la dose viene aumentata.

Gestione degli effetti collaterali della metformina a lungo termine: diarrea e mal di stomaco

Per alcune persone, gli effetti collaterali gastrointestinali della metformina possono migliorare nel tempo ma non scompaiono completamente. Quindi cosa puoi fare se la diarrea o la nausea continuano dopo alcune settimane di assunzione di una dose costante di metformina?

Ecco tre suggerimenti per gestire gli effetti collaterali della metformina a lungo termine:

uno) Prendi la metformina con un pasto . tu sei meno probabile avere problemi se c'è cibo nello stomaco. Se prendi la metformina solo una volta al giorno, prendila con il tuo pasto più importante della giornata. Se lo prendi due volte al giorno, prova a prenderlo agli estremi opposti della giornata (ad esempio, prendilo a colazione e cena invece che a pranzo e cena).

Due) Passa alla metformina a rilascio prolungato (ER) . Quando alle persone viene prescritta per la prima volta metformina, di solito ricevono la versione a rilascio immediato (IR). Tuttavia, è più probabile che si verifichi un mal di stomaco da esso. Le compresse ER hanno un rivestimento che rilascia il farmaco lentamente e lo rende meno irritante per lo stomaco. Fare clic o toccare qui per saperne di più sulle differenze tra metformina IR ed ER, incluso il modo in cui si confrontano nel prezzo e come passare in sicurezza da uno all'altro.

3) Fai attenzione ai cambiamenti nella dieta e agli integratori . Potresti aver letto online che cambiare la tua dieta o assumere probiotici potrebbe aiutare con il mal di stomaco. In realtà non ci sono prove a sostegno di questo. Le modifiche alla tua dieta dovrebbero essere apportate solo su consiglio del tuo medico o di un dietologo.

È importante notare che molti produttori hanno ricordato lotti di metformina ER. Ciò è dovuto alla scoperta di un contaminante chiamato N-nitrosodimetilammina (NDMA) che è stato collegato a possibili rischi di cancro. Per ulteriori informazioni su questo problema, consulta il nostro articolo qui o visita la pagina della FDA sul richiami di metformina ER .

Quanto spesso dovrei prendere la metformina?

Normalmente, la metformina ER viene assunta solo una volta al giorno. La metformina IR (rilascio immediato) e la metformina liquida vengono solitamente assunte più volte al giorno.

Se inizi a prendere metformina, la frequenza con cui la prendi e la tua dose dipenderanno da come rispondi ad essa. Il tuo medico dovrebbe chiederti un esame del sangue di follow-up in circa 3 mesi per vedere se dovrebbero cambiare la tua dose.

Se non segui le istruzioni di dosaggio per la metformina, può ridurre l'efficacia del farmaco e anche renderti più suscettibile agli effetti collaterali.

Cerchi di prendere la metformina approssimativamente alla stessa ora ogni giorno. Se dimentica una dose, la prenda non appena se ne ricorda. Ma se è quasi ora della dose successiva, salti la dose che hai perso. Non raddoppiare mai una dose per compensare le dosi dimenticate.

Qual è il modo migliore per prendere la metformina?

A seconda della forma di metformina che hai, il modo in cui la prendi varierà. Per le schede IR, puoi tagliarle o schiacciarle se inghiottirle intere è difficile. NON tagliare, schiacciare o masticare le compresse ER; il rivestimento deve rimanere intatto per funzionare correttamente. In effetti, è normale che il guscio esterno delle compresse ER appaia nelle feci.

Per la versione liquida, assicurati di utilizzare una tazza dosatrice o una siringa per misurare la dose. L'uso di cucchiaini da cucina per uso domestico può essere impreciso.

puoi rimanere incinta mentre sei su nexplanon?

Se non sei sicuro del modo migliore per assumere la metformina, parla con un farmacista.

Posso prendere la metformina con altri farmaci?

La metformina interagisce con alcuni farmaci. Notevole farmaci che interferiscono con esso includono:

  • Diuretici tiazidici (idroclorotiazide, clortalidone)
  • Corticosteroidi(prednisone, metilprednisolone, desametasone)
  • Farmaci contenenti estrogeni, comprese pillole anticoncezionali orali e farmaci usati per alleviare i sintomi della menopausa
  • Inibitori dell'anidrasi carbonica (acetazolamide, zonisamide)

Questi farmaci possono rendere la metformina meno efficace o aumentare il rischio di effetti collaterali. Questo non è un elenco completo di tutte le interazioni farmacologiche, quindi controlla sempre con il tuo farmacista se sei preoccupato per potenziali interazioni. Se stai assumendo uno di questi altri farmaci, puoi continuare a prenderli entrambi, ma potrebbe essere necessario eseguire esami del sangue più frequenti per tenere d'occhio la glicemia.

Bere alcol durante l'assunzione di metformina può portare a gravi effetti collaterali

Bere quantità eccessive di alcol durante l'assunzione di metformina non è affatto sicuro e può aumentare il rischio di sperimentare l'acidosi lattica. Questo perché sia ​​la metformina che l'alcol causano l'accumulo di acido lattico nel sangue. Come discusso sopra, troppo acido lattico nel corpo può farti ammalare gravemente.

Quindi, quando bevi alcolici eccessivamente e prendi metformina, il rischio di acidosi lattica aumenta. Come sempre, è meglio rimanere all'interno del limiti di rischio bassi raccomandati per il consumo di alcol: non più di 7 drink a settimana per le persone assegnate alla nascita femmine (e non più di 3 drink in un dato giorno), e non più di 14 drink a settimana per le persone assegnate alla nascita maschi (non più di 4 drink in un dato giorno).

amox tr k clv 500 125 mg

Prima di iniziare la metformina

Come con molti farmaci, il tuo medico controllerà la tua storia medica prima di prescrivertimetforminaa te. Questo perché alcune persone possono avere condizioni di salute che le rendono più vulnerabili agli effetti collaterali della metformina rispetto ad altre. Dopo aver esaminato le tue allergie, condizioni mediche e altri farmaci, probabilmente ti chiederanno analisi del sangue e un esame delle urine. Queste test guarda quanto segue:

    Glicemia a digiuno. Questa è una misura dei livelli di zucchero nel sangue dopo che non hai mangiato per diverse ore.Emoglobina A1C (HbA1C o A1C). Questo numero (rappresentato da una percentuale) ti dice quanto bene il tuo corpo sta regolando lo zucchero nell'arco di 3 mesi. Se il tuo A1C è sotto controllo, significa che, nonostante i normali cambiamenti quotidiani dei livelli di zucchero nel sangue, il tuo corpo sta facendo bene a gestire lo zucchero in generale.Funzione renale. Poiché la metformina viene filtrata dai reni, è importante assicurarsi che i reni siano sani. Altrimenti, la metformina potrebbe metterti a rischio di acidosi lattica.Emocromo completo (CBC). Questo test esamina le cellule del sangue. Quando inizi a prendere metformina, il medico cercherà specificamente i segni di anemia. Le persone con un certo tipo di anemia hanno maggiori probabilità di avere bassi livelli di vitamina B12 quando assumono metformina. Ciò potrebbe portare a effetti collaterali e sintomi come affaticamento, vertigini e dolore ai nervi. Se ci sono segni di anemia, il tuo medico valuterà anche i tuoi livelli di B12.chetoni. Quando il tuo corpo non può usare correttamente il glucosio (come nel diabete e nel prediabete), inizia a bruciare i grassi per produrre energia. Questo fa sì che i chetoni si presentino nel sangue e nelle urine. Se i tuoi livelli di chetoni sono troppo alti, potrebbe significare che hai la chetoacidosi diabetica (DKA), un'emergenza medica che richiede cure immediate. La DKA di solito si verifica solo in quelli con diabete di tipo 1, ma gli operatori sanitari la osservano anche nelle persone con diabete di tipo 2 per ogni evenienza.

Passi da compiere dopo aver iniziato la metformina

Una volta ritirata la ricetta in farmacia, ci sono alcune cose che puoi fare per aiutare la metformina a funzionare al meglio. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a ottenere il massimo dai tuoi farmaci:

1) Prendi la metformina come programmato.

Come accennato in precedenza, le dosi mancanti di metformina possono renderlo meno efficace. Quindi fai del tuo meglio per rispettare i tempi con questo farmaco.

2) Sii consapevole del basso livello di zucchero nel sangue.

Mentre il rischio di graveipoglicemia(pericolosamente basso livello di zucchero nel sangue) è basso, lo è possibile , soprattutto se prendi più farmaci per il diabete. È sempre una buona idea avere con te compresse di glucosio o gel per ogni evenienza. Questi possono aiutare ad aumentare i livelli di zucchero nel sangue. Tutti sperimentano l'ipoglicemia in modi diversi, ma comuni sintomi includere:

  • tremolante
  • Vertigini
  • Sudorazione
  • Fame
  • Irritabilità
  • Male alla testa

3) Controlla regolarmente la glicemia.

La maggior parte delle persone con diabete di tipo 2 esegue il test della glicemia a casa da 1 a 3 volte al giorno utilizzando un glucometro. La frequenza con cui è necessario controllare la glicemia dipende dalla probabilità che i farmaci causino ipoglicemia.

4) Chiedi al tuo medico di dieta ed esercizio fisico.

La metformina funziona meglio quando la combini con una dieta sana e con l'esercizio. Parla con il tuo medico di routine di esercizi sicuri per te. Inoltre, puoi prendere in considerazione l'idea di farti consigliare da un dietologo per aiutarti con le abitudini alimentari, se necessario.

5) Fai gli esami del sangue in tempo.

Assicurati di seguire le istruzioni del tuo medico su quando eseguire le analisi del sangue di follow-up. Questo è l'unico modo per sapere veramente se la metformina funziona e se i tuoi reni stanno bene.

La linea di fondo

Come regola generale, la metformina è uno dei farmaci più sicuri ed efficaci in circolazione per aiutare a controllare la glicemia e l'A1C sia nel diabete di tipo 2 che nel prediabete. Sebbene molte persone soffrano di diarrea o nausea quando iniziano, gli effetti collaterali della metformina sono generalmente temporanei e possono essere gestiti se continuano a lungo termine. Ricorda solo di far sapere al tuo medico qualsiasi cosa potresti provare durante l'assunzione. In questo modo, possono aiutarti con eventuali problemi che potresti avere durante l'utilizzo.

- - -

Recensito da: Joshua Murdock, PharmD

Per saperne di più:

  • Guida al trattamento del diabete: farmaci per il diabete orale
  • Guida al trattamento del diabete: farmaci iniettabili
  • FDA approva Semglee: la prima insulina biosimilare intercambiabile per il diabete
Condividi questo articolo
Raccomandato